Lorena e Ginmichele Messina

Le pizze della Forneria Messina, i vini di Rapitalà e la sostenibile leggerezza dell’essere. Martedì 26 luglio, San Martino delle Scale

Delle belle alleanze non c’è mai fine. La condotta Slow Food di Palermo, in collaborazione con Tenute Rapitalà e Forneria Messina, è lieta di presentare martedì 26 luglio, alle ore 20.00 (inizio ore 20.30), “La sostenibile leggerezza dell’essere”. Un’occasione esclusiva per assaporare i vini insieme a Laurent Bernard de la Gatinais di Tenute Rapitalà in abbinamento alle pizze proposte da Lorena e Gianmichele Messina della Forneria Messina di San Martino delle Scale.

Forneria Messina

Parleremo di impasti, tre, tutti da grani biologici e a lievitazione naturale.

Cereali & Semi, altamente digeribile, fonte di fibre, Omega3, sali minerali, vitamine e un mix di cereali e semi. Farina di grano tenero tipo 1, farina di segale, farina di orzo, farina di avena, semi di girasole, sesamo e lino, con germe di grano tostato, fonte vegetale di acidi grassi Omega3. La grande varietà di cereali e semi di cui è composta, permette di ottenere una pizza dal profumo intenso, dal colore unico e dal gusto di tostato di una volta.

Grano duro 100% siciliano, con la semola rimacinata di grano duro macinata a pietra. Oggi più che mai è il prodotto antico per la vita contemporanea, per la tipicità, la salute e lo sport. Rappresenta il vero impasto per la pizza di grano duro preparata da contadini e pastori della Val Gamisia* fin dal 1877 (*antico nome di San Martino).

Grano Tenero, farina di tipo 1 e semola di grano duro macinata a pietra, naturalmente ricco di crusca, germe di grano, sali minerali e vitamine, che ne incrementano notevolmente il valore nutritivo e la digeribilità.

Menù

Antipasti

Focaccina mignon con porchetta
(porchetta alle erbe ai profumi del Mediterraneo, cipolla dorata;
il tutto sfumato con vino bianco “Grillo”)
Gnocco fritto e affettati
*
Bouquet Bianco Frizzante IGT Terre Siciliane

Le pizze

Da Nord a Sud
impasto di grano duro siciliano 100% macinato a pietra, scamorza della Valle dello Jato, rucola fresca, carpaccio di Carne Salada Trentina originale e scaglie di Grana Padano
VIGNA CASALJ, Doc Alcamo Classico / Bio

Val Gamisia
impasto di grano duro siciliano 100% macinato a pietra, crema a base di asparagi con tenere punte in risalto, mozzarella fior di latte spezzata a mano, pomodorini ciliegino gialli aromatizzati con foglie di basilico, taglio fresco di pancetta leggermente affumicata con spezie, asparagi verdi al naturale.
VIGNA CASALJ, Doc Alcamo Classico / Bio

La Violetta
farina tipo 1 e semola di grano duro macinata a pietra crema di melenzane, scamorza della Valle dello Jato, melenzane fritte, pancetta croccante a dadini
NADIR, Syrah Sicilia Doc / Bio

Donna Barbara
impasto cereali & semi, crema di pecorino romano DOP e tartufo, cacio, mozzarella fior di latte spezzata a mano, porcini carnosi, e croccanti grani di pepe interi schiacciati al momento
CONTE HUGUES, Chardonnay Terre Siciliane IGT

******

NOTA IMPORTANTE: I tavoli saranno approntati per 4 persone (4 spicchi / degustazione). Ai fini di servizio, si chiede di prenotare l’intero tavolo. 


Info e Prenotazioni
L’evento è riservato a 40 persone/soci max.; possibilmente, prenotare per 4 persone.

Prezzo: € 25 (chi desidera associarsi o rinnovare può farlo all’inizio dell’evento, si prega solamente di darne notizia in anticipo).

Per prenotare, collegarsi online all’indirizzo: https://forneriamessina.plateform.app
e specificare la data, martedì 26 luglio, ore 20.00. Oppure, chiamare direttamente la Forneria Messina (Via Regione Siciliana, 100 – San Martino delle Scale) Cell. 3338504841 / Whatsapp.


rapitalàRapitalà
La Tenuta Rapitalà si estende per 225 ettari nel territorio che da Camporeale declina verso Alcamo, su dolci colline fra 300 e 600 metri, su una terra dove si alternano argille e sabbie. La perfetta esposizione e la composizione del suolo la rendono ideale per la coltivazione della vite. Di recente ristrutturazione, la cantina si avvale di innovative tecniche di vinificazione. I vini sono unici, dotati di quella personalità che solo questa Tenuta può dare. Rapitalà è un nome vero, viene dall’arabo (Rabidh-Allah “fiume di Allah” dal torrente che scorre tra i vigneti). Testimonia che queste campagne furono coltivate fin dall’antichità. Nel corso dei secoli generazioni di agricoltori hanno disegnato la forma attuale e l’identità della tenuta.

Tenuta Rapitalà
Contrada Rapitala’
90043 Camporeale (PA)
Tel. 092437233
www.gruppoitalianovini.it


La sostenibile leggerezza dell’essere
Martedì 26 luglio 2022, ore 20:00

Forneria Messina
Viale Regione Siciliana, 100
San Martino delle Scale – Monreale, PA
tel. 091418286 / 3338504841

L’immagine della locandina è ispirata alle opere dell’illustratore Jesuso Ortiz di Malaga / Spagna


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.