Sophie Backsen

Pellworm, l’isola che c’è (e che vuole continuare ad esserci)

Quella che vedete in foto è Sophie Backsen, ha 22 anni, è una studentessa di agraria e in questi giorni è salita alla ribalta per aver vinto una causa giudiziaria contro lo Stato tedesco.
Il motivo? Sophie vive a Pellworm, una piccola isola tedesca che si trova nel Mare del Nord, a due metri sopra il livello del mare. Qui, assieme ai genitori, gestisce una fattoria che da oltre 300 anni appartiene alla sua famiglia. L’isola, e di conseguenza la secolare attività familiare, rischia di essere sommerse in breve tempo dai flutti causati dallo scioglimento della calotta artica.
Davanti al Tribunale Costituzionale Federale di Karlsruhe, supportata da diverse associazioni ambientaliste fra cui Greenpeace, Sophie porta al centro della diatriba una legge tedesca del 2019 secondo la quale “entro il 2030 le emissioni di Co2 saranno ridotte del 55%”.
I giudici – inaspettatamente – le danno ragione ritenendo tale legge “insufficiente e lenta nel raggiungimento di un futuro più eco sostenibile, e dunque gravoso, oltre che lesivo, di ogni libertà per le generazioni future“.

di Marina Carrera

Fonti

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.