Contributo a fondo perduto per la filiera della ristorazione: emanato decreto attuativo

10 novembre 2020. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del 27 ottobre 2020, emanato dal MIPAAF, di concerto con il MEF, che stabilisce i criteri e le modalità di gestione del Fondo per la filiera della ristorazione istituito con l’art. 58 del D.L. n. 104/2020 c.d. “Agosto”, convertito con modificazioni dalla Legge n. 126/2020.

Il Fondo è finalizzato all’erogazione di un contributo a fondo perdutoper l’acquisto di prodotti, inclusi quelli vitivinicoli, di filiere agricole e alimentari, anche D.O.P. e I.G.P., valorizzando la materia prima di territorio, in favore delle imprese in attività al 15 agosto 2020 con codice ATECO prevalente:

561011           Ristorazione con somministrazione

561012           Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole

562100           Catering per eventi, banqueting

562910           Mense

562920           Catering continuativo su base contrattuale

551000           Alberghi (solo quelli autorizzati alla somministrazione di alimenti e bevande)

Il Provvedimento definisce i criteri e l’entità del contributo, la procedura di richiesta del contributo, l’attività istruttoria che sarà espletata ai fini dell’effettiva erogazione dell’aiuto, nonché le disposizioni concernenti le attività di controllo e le sanzioni erogabili nel caso in cui vengano accertate irregolarità.

Il Decreto, tuttavia, non individua il termine per la trasmissione della domanda, prevedendo che sarà un successivo provvedimento del MIPAAF a stabilirlo.

È bene sottolineare che il contributo (ammontare massimo per ogni beneficiario pari a euro 10.000) sarà erogato fino ad esaurimento delle risorse stanziate (600 milioni di euro), e che nel caso in cui il totale delle misure richieste ecceda le risorse disponibili, si procederà alla determinazione del contributo in misura percentualmente proporzionale agli acquisti documentati. In altri termini, presumibilmente, si è voluto arginare il fenomeno del c.d. “Click-day”, che ha già negativamente caratterizzato altre misure di sostegno economico varate negli ultimi mesi.

Vuoi saperne di più? Richiedi all’Associazione territorialmente più vicina:

  • la scheda tecnica elaborata dalla Federazione che fornisce tutte le indicazioni utili per l’accesso al contributo in parola;
  • uno specchietto riepilogativo delle ulteriori misure di sostegno economico a fondo perduto ancora operative, alle quali le imprese del comparto possono accedere.

FIPE PALERMO
c/o Confcommercio
Via Emerico Amari, 11
90139 Palermo
Tel. 091/589430 091/582716
E-mail pubbliciesercizi@confcommercio.pa.it
https://www.confcommercio.pa.it

Fonti: https://www.fipe.it

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *